I Vantaggi del Cloud Computing nelle Aziende

cloudcomputingChe cosa significa “cloud computing”: utilizzo di risorse distribuite. In pratica dal computer di casa possiamo usare risorse e servizi ospitati su un server remoto,vari sono i motivi che favoriscono il diffondersi di questi servizi: la possibilità di usare software specifici senza la necessità di dover acquistare costose licenze, oppure avere a disposizione i propri archivi e documenti da qualunque postazione collegata a Internet e non solo dal proprio computer,ma da qualsiasi postazione anche gli internet point.

 Con il  cloud computing si possono avere anche caselle di posta elettronica sul Web, servizi di fotoritocco o di conversione formati; e poi servizi di storage per archiviare file, anche di grandi dimensioni su server remoti, per poi poterli scambiare con altri utenti. Il cloud computing si propone come un nuovo paradigma in grado di dare alle imprese risparmi e flessibilità. A patto che siano preparate ad accoglierlo e a scommettere su un It dal profilo più strategico.L’adozione del cloud computing comporta sicuramente dei benefici, che sono principalmente economici. Se per lo sviluppatore il vantaggio è la scalabilità e l’affidabilità delle applicazioni, per le aziende risiede principalmente nei risparmi di spesa.Nelle piccole startup il vantaggio dell’utilizzo dei servizi di cloud computing riguarda principalmente l’assenza di un investimento in risorse IT, il servizio di cloud rappresenta un costo e non un’immobilizzazione.Il concetto è analogo a quello di leasing piuttosto che acquisto di un bene strumentale.Si può far ricorso ad un fornitore che metta a disposizione i servizi della sua infrastruttura a “cloud”, (in inglese nuvola)) su cui allocare i servizi IT dell’azienda, il costo sarà proporzionale all’attività.In questo modo si eliminano i costi fissi di gestione dei server, quali configurazione, manutenzione e riparazione, inoltre si superano le difficoltà legate al dimensionamento delle risorse informatiche.Con il ricorso ad un servizio di cloud computing l’ostacolo di immobilizzare capitale per i data center non è più presente nel percorso di una nuova impresa.Per le grandi aziende, con elevati volumi di traffico, questi servizi hanno un costo che associato alle esigenze di riservatezza diventa comparabile con l’acquisto di un’infrastruttura di calcolo.In questo caso l’adozione di un paradigma a cloud computing comporta ancora dei vantaggi e rappresenta la naturale evoluzione dei data center.Migrare la propria piattaforma IT su un modello di cloud computing permette di ottimizzare la gestione delle risorse rendendone più efficiente l’impiego.Grazie alla virtualizzazione si ottiene un flessibile bilanciamento del carico, tolleranza ai guasti e scalabilità della potenza di calcolo senza riprogettare l’architettura.Inoltre oggi una voce consistente del costo dei servizi IT è l’energia per alimentare i grandi centri di calcolo. I moderni processori emettono molto calore e quindi il costo per la sua dissipazione è elevato.Il cloud computing consente una delocalizzazione dei servizi IT, il termine “cloud rimuove l’ipotesi sulla localizzazione spaziale e sulla composizione. Le risorse di calcolo sono da qualche parte (in the “clouds”) e tutte omogenizzate ed a queste si accede tramite la rete.Questo permette di spostare i data center in posti dove il clima consente di ridurre i costi del condizionamento, permettendo anche di abbattere le spese di alimentazione utilizzando energia a prezzi economici.Si può pensare di allocare i data center su navi che sfruttino l’acqua del mare per raffreddarli, in siti di vecchie miniere o fabbriche abbandonate, dove si può trovare spazi ed energia a basso costo, riducendo anche l’impatto ambientale.Problematiche di questo tipo sono sicuramente significative per le grandi multinazionali che forniscono servizi IT, un esempio per tutti è Google.Google  che usa pienamente la filosofia del cloud computing, sia dal punto di vista dei data center, sia per le applicazioni (Google Apps) e gli strumenti per realizzarle (GoogleFS, MapReduce, BigTable, Google AppEngine).Di certo il cloud computing si sta rivelando strategico per molte grandi aziende, come Google, Amazon o la stessa Microsoft, che forniscono la possibilità di creare e gestire documenti di testo, fogli di calcolo e altro ancora utilizzando siti Web. Così nascono i servizi come Google Documents o Microsoft Live.